Qualche cenno sull'argomento:

Bike, craters and SPAIn sella alle biciclette si parte, per sgranchire le gambe direzione Agnano, verso l’antico cratere della grande caldera ormai spento. Zona poco conosciuta ma ricca di storia: le terme romane sulle pendici del monte Spina, l’abbassamento del suolo e la formazione del lago, la piana con i sette canali e l’attuale parco termale che beneficia dell’origine vulcanica del territorio. Giù verso il mare passando attraverso il borgo di Bagnoli l’antico e interessante quartiere operaio della città. Un’occhiata all’ex italsider e ai risultati di archeologia industriale. Tappa al Pontile Nord su via Coroglio, le bici sostano negli appositi porta biciclette. Una passeggiata sul mare, un luogo di fuga regalato ai cittadini e ai turisti. La sensazione è di toccare Nisida e di stare a due bracciate da Capo Miseno e Ischia. L’accompagnatore racconta ai partecipanti la storia dell’area e i progetti di riqualificazione in via di realizzazione. Si prosegue per Città della Scienza, il più grande esempio di riconversione industriale nel sud. Ultima tappa prima di concludere le terme romane di Via Terracina con il rientro a piazza Bagnoli. Si conclude il tour con un a pedalata fino alla splendida Puteoli.

3h’

10 Km

(14 km fino a Pozzuoli)

Facile


Info, prezzi e richieste